I SegnaLì

 

I SegnaLì® nascono da un’idea nata come un piccolo semino, forse un tarlo, perché finché non ho capito come sviluppare ciò che avevo in mente, non ho avuto pace.

Da lettrice quale sono ho sempre usato qualsiasi cosa per mantenere il segno delle mie letture, biglietti del treno, scontrini, matite, etichette tolte dagli abiti e lasciate sul comodino, nastri di raso…

Mi piace sottolineare le frasi che più mi colpiscono, puntare frecce, inserire punti di domanda nei punti più ostici. Quando i libri non sono miei, presi in prestito dalle biblioteche o semplicemente quando ho per loro un po’ di reverenza, preferisco non farlo. Trattengo la matita, cerco un foglio che sicuramente non ho accanto, scatto una foto con il mio telefono. Ma non basta.

In quei casi le parole che volevo sottolineare restano sospese e non mi piace.

 

 

Così nascono loro, oggetti fatti di stoffa e carta, materiali che adoro. Sono segnalibri e prendiappunti insieme.

Sono punti di cucitura che rappresentano un cammino, un percorso, le letture che faccio, le melodie che ascolto.

Il tempo speso per farli è il dono aggiunto. Il dono che mi faccio. Sono fatti a mano, quindi imperfetti. Nascono dalla scelta dei tessuti, dall’ispirazione di un momento, dal libro che leggo o la musica che ascolto.

Tutti diversi, perché diverse sono le ispirazioni. Un punto può andare storto, il taglio della carta non essere preciso, questo fa di loro pezzi che raccontano una storia ogni volta differente.
La mia e di chi li sceglierà.

 

Annunci