Dell’importanza di essere donna – Virginia Woolf

136 anni fa nasceva Virginia Woolf

Impossibile catalogarla, difficile parlarne senza sentirsi rimpicciolire ad ogni parola.

Di lei posso dire questo: ha aperto la mia mente con la stessa potenza della dinamite nelle miniere.

Per prima mi ha parlato di Jane Austen costringendomi – sì! – a rileggerla e a guardare alla sua scrittura con occhi diversi.

Per prima, quando ero un’adolescente avida di sapere, mi mostrò l’importanza dell’indipendenza, della fatica delle scrittrici. Unica voce in un mondo, il mio e della mia generazione, che –
ancora per poco – non conosceva la rete, i social, l’impatto della condivisione.

Mi fece notare le difficoltà delle donne in rapporto alla scrittura.
“I suoi primi manoscritti [parla di Frances Burney] furono bruciati per ordine della matrigna, e ricamo e cucito imposti come castigo, così come, alcuni anni dopo, Jane Austen doveva nascondere sotto un libro i suoi scritti se entrava qualcuno, e Charlotte Brontë si interrompeva di continuo per pelare le patate.”

La scrittura al femminile è diventata così, per me, ricerca e attenzione ai particolari.

Continua a leggere “Dell’importanza di essere donna – Virginia Woolf”

Annunci